venerdì 20 marzo 2009

LA CARTELLETTA


Ecco la targhetta del Naaa... Via S. Maurizio, 6... Ciriè... autostrada Milano-Torino ... quanti viaggi!

Ed eccoci all' ultimo viaggio finalmente! Qui di fronte alla targhetta per l' ultimo corso "Paese che vai"... il più atteso ... il traguardo della nostra lunghissima fase di preparazione...
Eccoci qui anche oggi, puntuali come al solito, per tagliare questo traguardo e dichiararci pronti a partire!
Quanti viaggi fino a qui! Quanti incontri! Quante persone abbiamo incrociato lungo la strada!
Si partiva dal bar, la mattina, davanti al cappuccino, alla ricerca di altre coppie con la cartelletta sotto il braccio... "ecco, verranno anche loro al corso con noi" pensavamo io e papà.... stessi sguardi, stesse aspettative negli occhi... accomunati da qualcosa di invisibile, pur nella più assoluta non conoscenza reciproca...
Si proseguiva poi nella stanzetta del Naaa, a prendere posto sulle poltroncine rosse, cercando di occupare le ultime file, come si faceva fra i banchi di scuola... Qualche scambio di informazioni in attesa della psicologa... sempre le stesse domande...
Si iniziava con "avete già il decreto?" ... "quando lo avete ricevuto?"... ..per poi proseguire nei corsi successivi con "in quale paese pensate di andare?" ... "per quanti bambini avete dato disponibilità?"... sempre le stesse domande, a persone provenienti da ogni parte d' Italia, ma sempre con lo stesso massimo interesse nell' ascoltare, con lo stesso massimo entusiasmo nel raccontare... come per prendere forza reciprocamente, l' uno dall' altro, nel proseguire ognuno il suo lungo cammino..
Poi arrivava la psicologa di turno... "Buongiorno!" ... e tutti zitti come a scuola, ognuno al suo posto, blocco e penna in mano, pronti a prendere gli appunti di una vita...
E iniziavano i filmati di Tarzan... quanti filmati di Tarzan!!! Splendida storia di adozione, analizzata negli infiniti suoi aspetti... La mano di Kala che incontra la piccola mano di Tarzan, la differenza... quali emozioni? Quali sensazioni? Quale significato?.... e tutti che ci ritrovavamo a scrivere su fogli di carta da consegnare come fossero compiti in classe... si scrivevano pensieri, impressioni... infilandoci in mezzo sogni e speranze.
Poi tutti a pranzo, ora della pausa
E ci si ritrovava al solito bar, dove la mattina si vedevano coppie con le cartellette in mano... stavolta però tutti seduti allo stesso tavolo, a condividere pranzo e speranze...
E via le solite domande tra noi, la condivisione degli stessi pezzetti di vita... intervallati da commenti e battute su Tarzan, che senza psicologa in giro venivano meglio!
Poi di nuovo nella stanzetta tutti insieme, ognuno rigorosamente al suo posto di prima, e ci si divideva in gruppi inventando lettere da scrivere ad un figlio... che in quei momenti poteva essere solamente immaginario...
Quanti incontri! Quanta gente! Quanti volti e quante voci sono rimaste impresse nella memoria!
Ed ora l' ultimo corso, l' ultimo scalino che ci separa dalla partenza ...
Stamattina al corso le domande erano decisamente diverse... "maschietto o femminuccia?" .... "quando è nato?" ...... "su quale provincia siete?" ....
Al corso oggi si parlava di cose concrete... si parlava dei biglietti aerei, dei 38 gradi che ci accoglieranno in Vietnam, della didi che ti presenterà a noi... della cerimonia nella quale passerai finalmente tra le nostre braccia...
Ormai ci siamo, ringraziamo per intanto il Naaa, e teniamo duro piccolino, presto prenderemo quel volo!!!

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Manu! Ormai seguiamo la tua storia, come il racconto più bello.....e ogni volta ci emozioniamo come di fronte al vecchio albicocco in fiore! Sappiamo che vicino alla cartina del Vietnam, da oggi c'è anche un inconfondibile cappello a cono...arriva proprio da là, arriva nonostante i miei compagni di viaggio non ne volessero proprio sapere...ho tappato le orecchie alle loro prese in giro e me lo sono tenuto in mano per tutto il viaggio di ritorno.....forse perchè era proprio lì, che doveva arrivare?!
Un caro abbraccio alla bellissima famiglia in attesa....
Eli&Dade

alessia e marco family ha detto...

Ela....ci hai fatto rivivere tante emozioni....atendaimo anche noi la partenza e speriamo con il cuore di incontrarci in Vietnam.

otis ha detto...

Leggendo queste parole non possiamo che ammirare, ancora una volta, il vostro coraggio e il vostro amore nell'affrontare questo "bellissimo " viaggio.
Betti Atti

fiorenzo ha detto...

ora però vi voglio dire due cose> siete unici il bello che lo avevo capito parecchi anni fa (sardegna)> oggi ho avuto le conferme , siete unici non solo come genitori .come > amici. come fratelli> inculcate amore ad ogni respiro> un abbraccio Fiorenzo

iva ha detto...

Ciao cari, ho letto quanto sia stato difficile arrivare a questo punto del vostro viaggio di adozione...
Ora manca solo il vero viaggio per incontrare il piccolo...
Voglio farvi una raccomandazione:"Non dimenticate la CARTELLETTA". Un bacione. Ivana