domenica 19 aprile 2009

ULTIMI GIORNI


Sventola la bandiera del Vietnam nel piazzale del Mausoleo di Ho Chi Min... mentre noi ci apprestiamo a lasciare il tuo paese.

Tra qualche giorno partiremo, e lasceremo i 44° percepiti di oggi, con il tasso di umidità del 90% che rende irrespirabile l' aria

Lasceremo il caos dei motorini che strombazzano ad ogni ora, incrociandosi in tutti i sensi possibile lungo le strade


Lasceremo le biciclette cariche di ogni bene, ed i loro autisti che camminano trasportandole, infaticabili .... speranzosi di poter alleggerire il carico nell' arco della dura giornata






Lasceremo chi lungo le strade svolge ogni tipo di attività, con naturalezza, in ciabattine, lungo i marciapiedi

chi prepara il fuoco per cuocere spiedini

chi pulisce le scarpe con uno spazzolino da denti

chi sistema viti e bulloni
chi affetta carne


chi si improvvisa barbiere costruendo un gabbiotto e appendendo uno specchio al muro


Lasceremo gli sguardi della gente, la loro dolcezza, i loro caldi sorrisi, il loro calore immenso

la tenerezza con cui guardano te


la semplicità con cui si avvicinano a noi





la grande disponibilità delle cameriere nei ristoranti, che offrono generose coccole per te, permettendo a noi di pranzare tranquilli


Lasciamo il tuo Vietnam, mettendo in valigia questi bei ricordi e questa generosa immagine del tuo popolo.

Piccolo Marco, tu non lo sai ancora, ma respirerai l' aria del tuo paese ancora solo per qualche giorno...

In certi momenti ci si stringe il cuore, perchè è un pò come strapparti via da qualcosa a cui appartieni...

Un signore ci diceva ieri in pizzeria che sei un bimbo fortunato, perchè con noi hai pescato un jolly...

Vogliamo tanto sperare che sia davvero così, e che un giorno tu non ci possa rimproverare per averti offerto una vita dall' altra parte del mondo.

Speriamo tanto che l' amore che abbiamo per te e per questo fantastico popolo a cui appartieni, che sempre valorizzeremo, possano bastare a portarti la gioia per quel jolly che forse hai veramente pescato...












10 commenti:

Laura ha detto...

Marco sono certa....hai pescato un grande Jolly ad aver trovato questa famiglia!!!! Quando potrai leggere questo blog potrai assaporare un pò del Paese in cui sei nato...e magari un giorno ci vorrai anche venire.....ma, ribadisco, sono certa, che tu abbia "pescato" un bellissimo Jolly e con il passare del tempo te ne renderai conto anche tu!
Laura

Anonimo ha detto...

Caro Marco Tuyen sono, anch'io, sicura che hai veramente pescato il Jolly della tua vita...
Anche i tuoi genitori e Veronica lo hanno pescato perchè tu darai loro tante soddisfazioni, gioie ed amore.
Ti aspetto piccolo!!!!!!!!!!!!!!!
Ivana

magma ha detto...

Piccolo Marco, non so se il jolly esista e da chi sia stato pescato... so di certo che era scritto così e così tu hai la migliore mamma del mondo, il migliore papà del mondo e la migliore sorella del mondo... persone piene di amore ma tanto amore da aver amato subito il tuo Paese e la sua gente, da provare nostalgia per il VietNam ancora prima di lasciarlo, da trovare qualcosa di unico laddove altri vedrebbero solo povertà... ma sono persone speciali e anche tu sarai come loro e un giorno proverai lo stesso amore per il tuo Paese e la sua gente e soprattutto amerai mamma, papà e Veronica dello stesso amore con cui loro già ti amano.
Con tanto affetto
Magma

CLAUDIO EMANUELA MATILDE HAI YEN ha detto...

carissimi queste dolcissime parole rivolte a tuo figlio ,rimbobano nella mia testa.Ogni giorno quando quardo la mia Matilde, li ripeto ,ripeto all'infinito,Penso che i nostri figli un giorno saranno grati di avere noi come genitori, come noi siamo ad un Paese cosi tanto lontano dalla nostra realta dove ci ha regalato emozioni infinite ,e non finiro mai di DIRLO,IN FORTE ABBRACCIO

anna ha detto...

Che splendide persone che siete !!!
Allora ormai manca poco al rientro...mamma mia mi sembra ieri che siete partiti e invece sono già due settimane...
Spero di sentirti presto cara Ela.
Un bacione al piccolo Marco Tuyen e alla fantastica VEronica

Anna

Anonimo ha detto...

Carissimi mamma e papà sono d'accordissimo con voi.
Anche a me stringe il cuore sapere che il piccolo Marco lascerà il suo paese economicamente povero ma ricco di sorrisi e di gentilezza perchè ogni volta che passi qualcuno ti guarda e ti sorride, basta così poco !!!
Per me sarete, e siete sempre i migliori genitori del mondo!!!
La vostra figlia Veronica

Anonimo ha detto...

Riconoscendo la difficoltà del distacco del piccolo Marco dal suo paese... SIETE GIA' OTTIMI GENITORI!!!
Penso che Marco abbia proprio pescato un grande jolly!
Un abbraccio
Ale e Sabry

Simona & Michele ha detto...

Arrivederci Vietnam, perchè questo è solo un arrivederci ... al paese che ha donato la vita al vostro piccolo Marco e che è impossibile non amare ....
ancora una volta grazie per averci permesso di rivivere e respirare di nuovo l'aria del meraviglioso paese natale di nostra figlia, grazie di cuore.
E ora .... buona vita a quattro.
Simona, Michele e Martina

Andrea Monya Lucky ha detto...

Lasciare il Vietnam è molto faticoso perchè ti regala quello che può donarti con umiltà e sincerità ma credetemi lo ritroverete ogni giorno nel sorriso e negli occhi di Marco.
Se di Jolly vogliamo parlare credo che Marco sia stato molto fortunato ma so che voi vi sentite molto più fortunati di lui per poterlo finalmente abracciare.
Buon rientro con affetto Monya

Anonimo ha detto...

Brava Manu, un'altra splendida pagina, un altro motivo di riflessione.
E chi può dire se abbia pescato un jolly? Chi puo dire se crescendo in Italia, con tutti i privilegi della società occidentale, le opportunità e le aspettative di vita, sarà più felice che nel sud est asiatico?
Il vostro è un grande gesto d’amore, state offrendo il calore di una famiglia,un terreno fertile su cui crescere, seguendo l’esempio della sorella, e queste sono le certezze su cui cominciare una nuova vita. Per il resto molto dipenderà da lui, e molto dipenderà dall’ambiente esterno che lo circonderà, perché dell’ambiente familiare, sicuro che è un jolly!
Per quanto riguarda il vostro lavoro di genitori, questo viaggio in Vietnam, con i valori che il suo popolo vi ha trasmesso, può essere una splendida occasione di confronto ,per ripartire, riassegnando le priorità della vita.
Un altro bel colpo di rastrello, che abbandona le cose piccole, e tiene per sé le cose più grandi, le più importanti.
Un bell’esempio per tutti noi che vi abbiamo seguito attraverso il blog, ed è come se vi fossimo accanto.
Namo